domenica 10 aprile 2011

Shopping con Jane Austen di Laurie V. Rigler


Pagine: 336
Titolo originale: Confessions of a Jane Austen Addict
Lingua originale: Inglese
Editore: Sperling & Kupfer
Anno di pubblicazione 2010
Codice EAN: 9788820048778
Voto:  3/5
Avete mai sognato di vivere nelle pagine del vostro romanzo preferito? A Courtney è capitato spesso, leggendo “Orgoglio e pregiudizio”. Da inguaribile romantica quale è, Courtney crede di aver incontrato il suo Mr. Darcy quando Frank la chiede in moglie. Ma proprio il giorno prima delle nozze, sorprende Frank con un’altra donna e lo lascia. Disperata, la ragazza affoga il suo dolore nell’alcol e poi sprofonda in un sonno consolatorio. Quando si risveglia, non è più nella sua bella casa di Los Angeles nel XXI secolo, ma in una magione inglese di inizio Ottocento. Si ritrova così a vivere nel mondo di Jane Austen e a fare i conti con una realtà molto diversa da quella che si era immaginata...
Il titolo mi ha incuriosita perché mi trovo sempre a cercare qualsiasi scritto che riguardi la mia amata Jane.  Ho letto un romanzo leggero e veloce, senza troppe pretese. Non si trovano certo personaggi del calibro di Elizabeth o Mr. Darcy, né un tentativo di ricostruzione dell’ambientazione storica dell’800 molto accurata.  L’ho letto, invece, come lo svilupparsi di una fantasia, che da amante delle storie di Jane Austen, ho anch’io sempre immaginato. Ho sempre pensato a come sarebbe bello vivere nel suo tempo, sognato di incontrare gentiluomini con la presenza e il fascino di Mr. Darcy. Certo, non mi sono mai soffermata sulle condizioni igieniche del tempo,  sulle convenzioni sociali o sulla condizione delle donne. Perché si sa, quando si sogna, non ci si sofferma sugli aspetti che potrebbero essere negativi. La Rigler ha creato invece un romanzo frizzante e divertente, approfondendo gli aspetti che nei miei sogni ad occhi aperti ho volutamente ignorato. Sono curiosa di leggere il seguito di questo libro, che uscirà intorno a fine Aprile, e che narrerà la storia invertita, se ho capito bene: Jane Mansfield che dall’800 inglese si troverà catapultata nella Los Angeles moderna, e nei panni di Courtney.
“Si dice che la verità rende liberi, ma nessuno dice che qualche volta la verità ti rende anche disperatamente infelice. ”
“Cerco di non fissare Edgeworth che indossa pantaloni al ginocchio color panna e una giacca blu scuro. Non avevo mai pensato che mi sarei presa una cotta per un uomo che porta degli specie di leggins bianchi. A dire il vero, prima di svegliarmi in questo posto non avevo neanche mai immaginato di vedere un uomo indossare quasiasi tipo di calzamaglia.”

2 commenti:

MARIA GRAZIA ha detto...

Divertente vero? Io l'ho letto in inglese ma Laurie Viera Rigler è stata tanto gentile da inviarmi anche questa versione italiana con dedica. E' una scrittrice straordinaria e una donna estremamente gentile e generosa. Ora devi leggere le avventure di Jane nei panni di Courtney ... Rude Awakenings of a Jane Austen Addict! Bel blog, complimenti.

A Book Bite ha detto...

Verissimo! Sto aspettando la pubblicazione italiana, che dovrebbe essere a brevissimo... sono molto curiosa di sentire come se la cava Jane a L.A.!

Posta un commento