sabato 27 agosto 2011

Starcrossed di Josephine Angelini

Pagine: 464
Titolo originale: Starcrossed
Lingua originale: Inglese
Editore: Giunti (Y)
Anno di pubblicazione: 07 Settembre 2011
Codice EAN: 978809768277
Voto:  4/5

Con una ambientazione contemporanea, una saga di stampo mitologico che dosa sapientemente amore, avventura, elementi storici. Un vero caso editoriale che incanterà le giovani lettrici di tutto il mondo. Helen, timida adolescente di Nantucket, sta quasi per uccidere il ragazzo più attraente dell'isola, Lucas Delos, davanti a tutta la sua classe. L'episodio si rivela essere qualcosa di più di un mero incidente. Helen teme per la sua salute mentale: ha iniziato ad avere incubi di notte e allucinazioni di giorno. Ogni volta che vede Lucas le appaiono tre donne che piangono lacrime di sangue. Il tentato omicidio porta Helen a scoprire che lei e Lucas non stanno facendo altro che interpretare i ruoli di un'antica tragedia d'amore. Le apparizioni femminili rappresentano infatti le Erinni. Helen, come l'omonima Elena di Troia, è destinata a dare inizio alla guerra a causa della sua relazione con Lucas. I due scoprono sulla loro pelle che i miti non sono leggende. Ma è giusto o sbagliato stare con il ragazzo che si ama se questo significa mettere in pericolo il resto del mondo? Come si sconfigge il destino?
La casa editrice Giunti Y, come avete letto nei giorni precedenti dedicati agli Speciali di STARCROSSED, mi ha inviato il romanzo per una lettura IN ANTEPRIMA, quindi a lettura ultimata posso postare una recensione, senza eccessivi riferimenti al romanzo. Come sempre, del resto. L’immersione totale nella storia non verrà compromessa.
Helen Hamilton è un’adolescente un po’ particolare. Magra, alta e in continua crescita, si sente sempre inadeguata in mezzo alla gente. Ha addirittura dei crampi alla pancia e degli attacchi di nausea, quando si accorge che l’attenzione è attirata verso di lei. Vorrebbe apparire come una normale ragazza, ma qualcosa la distingue dagli altri, ha delle doti particolari che non sa spiegarsi: è molto veloce,  molto forte, ha una vista e un udito molto sviluppati. Nonostante tutte queste sue doti, invece di cercare di primeggiare sui suoi compagni a scuola, si limita sempre per adeguarsi allo standard adolescenziale che la circonda, sempre quando non tenta di nascondersi alle spalle di Ridarella, la sua migliore amica alta appena un metro e mezzo. E’ un’immagine buffa la loro, insieme, ma sono sempre state amiche fin da piccole.  Ridarella, ovvero Clare Aoki, è chiamata così perché ha una risata contagiosa, ma è anche una ragazza tosta che, nonostante il suo metro e mezzo di altezza incute un certo timore, sa difendersi e non si lascia mettere i piedi in testa da nessuno.
Helen vive sull’isola di Nantucket con il padre Jerry, con il quale ha un bellissimo rapporto. Jerry si accorge di qualcosa di speciale nella figlia, la vede così simile alla madre che non è mai riuscito a dimenticare. A farle da amica e quasi sostituta della madre c’è Kate Rogers, la socia del padre nel negozietto dell’isola. Kate è creativa, intelligente, un’ottima cuoca e una grande amica e confidente per la ragazza.
Helen non conosce nulla della madre, solo il nome Beth Smith. La donna li ha abbandonati quando Helen era ancora piccola e non ha nessun ricordo di lei, nemmeno una fotografia. L’unica cosa che le lega, o almeno Helen sente che è così, è una collanina a forma di cuore che la ragazza ha sempre portato al collo. Senza quella è come se si sentisse vulnerabile. Helen si sente diversa, sa di esserlo ma cerca di ignorarlo. Lo nega persino a se stessa, perché se fosse vero, lei cosa sarebbe? Una strega, un mostro?
La vita nell’isola di Nantucket scorre tranquilla per la popolazione. Tutti si conoscono e non ci sono mai veri sconvolgimenti, a parte l’ondata di turisti durante i mesi estivi.
Per questo il trasferimento della famiglia Delos, originari di Boston, poi emigrati in Spagna e ora di ritorno in Massachussets, a Nantucket, diventa subito il pettegolezzo preferito dalla popolazione. Dopo solo pochi giorni tutti ne parlano e Helen si sente irritata. Non sopporta di sentir parlare di questi Delos. E’ come se il nome continuasse a girarle in testa, come per ricordarle qualcosa, ma non c’è nulla. Lei non li conosce, non li ha mai visti eppure la notizia del loro arrivo sull’isola, la rende inquieta e distratta.

La famiglia Delos, secondo i pettegolezzi, si è trasferita a Nantucket con molta fretta e in gran segreto. Sono intelligenti, belli, ricchi. Sono una famiglia allargata, e vivranno tutti nella stessa casa a Siaconset: due padri fratelli, una madre e cinque ragazzi.
Comunque l’estate è ormai finita e la scuola sta per ricominciare. Helen e Clare incontreranno finalmenti i ragazzi Delos. Il primo giorno di scuola Helen si alza per affrontare la giornata, ma sente un malessere generale, è irritabile e la sera stessa inizia a fare degli strani incubi. Al risveglio si sente spossata, sollevata però che tutto fosse solo un sogno, finchè non si accorge che i suoi piedi sono sporchi di terriccio e le gambe piene di tagli, causati dal terreno in cui ha camminato…nel sogno. Si alza comunque, vuole lasciarsi tutto alle spalle e andare a scuola, ma lì la attende un destino poco piacevole. Attraversando il corridoio, improvvisamente si trova davanti Lucas Delos. Helen si sente come risvegliata, dopo l’assopimento dei giorni precedenti, e guardandolo si accorge di provare un odio violento verso di lui. Alle spalle di Lucas, appaiono come nel suo sogno della notte precedente, tre donne, tre sorelle, che la incitano ad attaccarlo. E così succede, Helen si avventa contro Lucas con il preciso intento di ucciderlo. Lucas la percepisce dal primo contatto visivo, riesce a immobilizzarla, vanificando il suo attacco e subito, sussurrando, le chiede a quale Casa appartiene.
Cosa sta succedendo? Chi sono le tre donne che la spingono a fare queste cose? E perché lei sente che è la cosa giusta da fare? Perché Lucas le chiede a quale Casa appartiene, cosa significa? E per quale motivo, quando compare il padre di Lucas, Castor, lei sente di voler attaccare anche lui come aveva fatto con Lucas?
Helen è confusa. I giorni seguenti saranno ancora peggiori di questo primo incontro con Lucas. Ogni volta che vede lui, o qualcuno della sua famiglia Helen vede le tre donne del suo sogno che la incitano ad attaccarli. Scoprirà che anche i Delos vedono le tre donne. Scoprirà che sono le Erinni, Le Furie, che li incitano ad attaccarsi l’un l’altro per compensare degli antichi torti. Ma da dove ha origine tutto quest’odio e perché Helen si trova cinvolta in questa storia?
Questa storia mi ha sorpreso sempre di più pagina dopo pagina. Da una normale storia adolescenziale delle prime righe, sono stata coinvolta in faide millenarie che hanno la loro origine nella guerra di Troia e nella battaglie combattute a quei tempi da umani, semidei e dei. Sono stati chiamati in causa molti miti greci e l’idea mi ha mandato direttamente in estasi! Josephine Angelini sa scrivere molto bene, contando anche che questao è il suo primo romanzo, ed è stata capace di farmi sognare con anima e corpo quest’avventura romanticamente mitologica.
Indubbiamente ci sarà un seguito, perché ho necessità di capire cosa succederà adesso ai miei protagonisti preferiti. Chi sono? Ebbene…. sono Hector e Cassandra, che non ho nemmeno nominato nella recensione? Ahhh… vi farò impazzire, vero!?!
Approfondimenti della Mitologia e legami con il romanzo (per quanto è possibile, senza svelarvi troppo!!)
Le Furie (Erinni) la manifestazione dell’ira dei morti, per perseguitare  e punire gli omicidi. Compaiono nell’Orestea per la prima volta.  Il padre di Oreste, Agamennone, aveva ucciso Ifigena, la sorella di Oreste.  La madre ha assassinato Agamennone perché lui aveva ucciso la figlia e infine Oresta ha assassinato la madre perché lei aveva ucciso Agamennone. Ma l’uccisione di Ifigena era un sacrificio rituale richiesto dagli dei ad Agamennone. Oreste, per l’uccisione della madre, è stato condannato ad essere perseguitato dalle Erinni. Ma sarebbe stato perseguitato comunque, perché le Erinni non ritenevano giusto nemmeno che Oreste non vendicasse l’omicidio.
***Quindi cosa c’entrano  le Erinni con Helen e Lucas? Il loro intento è  farli uccidere l’un l’altro. E poi cosa succederebbe? Li perseguiterebbero in ogni caso, sia che loro commettessero o meno quell’omicidio?
Le Parche che tessono i fili per decidere il destino di ogni uomo. La loro decisione è ineluttabile, e non si oppongono a loro nemmeno gli dei, perché opporsi vorrebbe dire alterare l’ordine dell’universo.
***La storia si ripete. Sono le Parche che si occupano di farla ripetere negli anni, nei secoli. Ma quindi l’uomo non è padrone delle proprie scelte e della propria vita, perché tutto è già scritto nel destino che le Parche hanno deciso per lui? Oppure c’è un modo per aggirare il destino e le Parche? L’uomo è davvero il protagonista di una storia già scritta o può essere padrone della propria vita?
La storia di Paride ed Elena, all’origine della Guerra di Troia e il patto stipulato da Zeus con i mortali per richiamare gli dei sull’Olimpo e allontanarli dal confitto.
*** E qui… mi spiace, non posso fare nessun riferimento al libro… ma lascio a voi il piacevole compito di scoprirne il legame.

0 commenti:

Posta un commento